Consigli Utili

Scrub

Lo  scrub svolge un ruolo fondamentale perché si eliminano le cellule non più vitali sulla superficie della pelle ma anche i residui di polvere e di impurità permettendo la formazione di nuovi strati di pelle costituiti da cellule più sane e più fresche. E’ per questo motivo che lo scrub migliora anche la ricettività della pelle agli elementi apportati dalla nostra crema viso abituale.

Esistono diversi tipi di scrub che si diversificano per come sono composti.

I due più noti sono :

Scrub meccanici: Realizzati sotto forma di creme o gel composti da piccoli agenti esfolianti quali semi tritati, noccioli di frutta polverizzati  etc… si applicano tramite massaggio svolgendo cosi un’azione leggermente abrasiva sul derma che andrà a rimuovere  le impurità levigando la pelle. Si applicano con movimento rotatorio che va dal mento fino alla fronte, evitando il contorno occhi.

Scrub chimici : Sfruttano le proprietà esfolianti degli alfaidrossiacidi e degli acidi della frutta ( acido glicolico della canna da zucchero, acido citrico degli agrumi etc…) e promuovono  il rinnovamento dell’epidermide  stimolando la produzione di collagene date le loro piccolissime dimensioni che gli permettono di penetrare in profondità nel derma .

Eccedere nel loro utilizzo o abusarne può causare un anomalo assottigliamento della pelle che risulterà più fragile e maggiormente esposta alle aggressioni esterne ed è per questo motivo che esistono in commercio prodotti cosmetici contenenti questi acidi in svariate concentrazioni mirate per il trattamento quotidiano o per quello specialistico ad uso professionale.

 

Un consiglio in piùDopo l’applicazione dello scrub è buona norma applicare una crema idratante per ristabilire il giusto livello idrolipidico naturale della pelle.

 

Ricordiamoci che la frequenza del trattamento deve essere ridotta sopra i 40 anni perché dopo questa età il ricambio cellulare inizia a rallentare e ciò lascerebbe la pelle più esposta alle aggressioni esterne perché la pelle stessa impiega più tempo  a ricostruire le proprio difese.

Maschere Viso

Straordinarie alleate che completano la pulizia del viso  sono preparate a seconda dell’effetto cosmetico/curativo che si vuole raggiungere ed è per questo motivo che si possono creare infiniti mix con altrettanti attivi funzionali.

Sono spesso fatte a base di argilla, di diversi tipi, ognuna con la sua caratteristica che meglio si sposa con la nostra pelle. Il caolino (argilla bianca) è la più delicata e maggiormente usata nel mondo cosmetico  mentre l’ argilla verde è comunemente usata per scopi teraupetici.

Le argille lavorano per osmosi  , devono avere un’elevata capacità di scambio cationico che permette all’argilla stessa di scambiare ioni ed assorbirne altri che per noi si traduce nella capacità di assorbire le tossine e rilasciare i preziosi minerali di cui è composta.

Si comportano quindi come una carta assorbente trattenendo le impurità dell’epidermide rilasciando contemporaneamente  sostanze minerali  con proprietà rivitalizzanti cosi da rendere la nostra pelle tonificata, liscia , pulita con una piacevole sensazione di freschezza.

Si applica regolarmente 1 o 2 volte alla settimana stendendo un sottile strato su viso pulito e collo , evitando il contorno occhi e labbra, si fanno agire per 10 minuti e si rimuovono con abbondante acqua.

E’ buona regola non lasciare asciugare del tutto le maschere viso contenenti argilla altrimenti si rischia di far seccare ed irritare la pelle.

Inoltre la leggera azione meccanica che si effettua durante la rimozione della maschera permette un ulteriore pulizia dei tessuti cutanei.

Nei primi giorni  successivi al trattamento potrebbe spuntare qualche brufoletto  ma è normale perché proprio grazie al processo di osmosi le impurità prima sottopelle usciranno in superficie.

 

Un consiglio in più: Non utilizzate strumenti e contenitori di metallo nella preparazione di maschere contenenti argilla perché questa ultima ha un elevato potere assorbente e sicuramente piccole quantità di metalli (anche tossici) verrebbero trattenuti nella nostra maschera  e la nostra stessa pelle li veicolerebbe all’interno del nostro corpo.

Cura del viso - Detergenza

Si tratta di una skin routine che ci aiuta a liberare la pelle dai residui del trucco, dal nostro stesso sebo e dalle tracce di polveri e smog che normalmente si depositano sulla pelle.

Si utilizzano prodotti che uniscono attivi struccanti a quelli detergenti ma talvolta è consigliabile utilizzare prima prodotti con fase oleosa per rimuovere delicatamente il make-up dagli occhi.

E' indispensabile scegliere scrupolosamente il detergente adeguato in base al proprio tipo di pelle (grassa, mista, sensibile...).

In genere il sapone artigianale per quanto delicato nella formulazione ha un pH  basico che tende a "tirare" la pelle , è utile quindi applicare dopo l'utilizzo un tonico o un idrolato a piacimento.

La fase del tonico è un momento fondamentale perchè il pH  acido previsto per questo prodotto ha lo scopo di riacidificare la pelle dopo l'uso di prodotti schiumogeni (detergenti liquidi o saponette).

Infatti la pelle del viso ha un pH acido e lasciarlo inalterato è spesso causa di inestetismi quali pelle secca o grassa a seconda della propria predisposizione.

Questo ultimo passaggio aiuterà a purificare e chiudere i pori rendendo la nostra pelle più compatta, luminosa e tonica mettendo così i tessuti cutanei in condizione di beneficiare al meglio dei successivi trattamenti.

 

Un consiglio in più : quando l'acqua del rubinetto è molto calcarea l'utilizzo del tonico è quasi doveroso perchè aiuta a riequilibrare la naturale acidità della pelle del viso dopo il lavaggio.

Burro di Karitè

E' arrivato l'inverno quindi non dimentichiamoci di difendere la nostra pelle con una buona crema nutriente, per esempio a base di burro di Karitè, che grazie alla consistenza grassa permette di creare una barriera contro vento e freddo senza causare l'occlusione dei pori. 

Inoltre io lo utilizzo anche come trattamento Leave-in sui capelli picchiettandolo sulle punte  sia da umidi dopo averli lavati che da asciutti ( ma senza esagerare ).

 

Per vedere il ciclo di estrazione del burro di Karitè clicca qui

Balsamo

La funzione del balsamo è principalmente quella di condizionare il capello annullandone la carica elettrica negativa lasciata dai tensioattivi lavanti che compongono lo shampoo ( che equivale a capelli non crespi, più pettinabili, non svolazzanti e più luminosi ).

L' ingrediente fondamentale per un balsamo è il condizionante 

( per citarne uno il behenamidopropyl dimethylamine presente nel balsamo concentrato di Biofficina Toscana ). 

Io ho un capello molto sottile e non grasso che mi piace definire "meteoropatico" quindi quando lo sento particolarmente "pesante" preferisco applicare il balsamo prima dello shampoo.

thymiama milano bioprofumeria bio cosmesi naturale eco prodotti thymiama milano bioprofumeria bio cosmesi naturale eco prodotti negozio  thymiama milano bioprofumeria bio cosmesi naturale eco prodotti thymiama milano bioprofumeria bio cosmesi naturale eco prodotti negozio 

 

 Thymiama Bioprofumeria Milano 

 Via Emanuele Filiberto 4

20149 Milano - Tel 02 43126854

info@thymiamamilano.it

P.Iva 04201720960

  

Aperture straordinarie 2017

7/8 Dicembre 

 10:00 - 13:00   15:00 - 19:30

 

Domenica 10 Dicembre

10:00 - 13:00   15:00 - 18:00

 

Domenica 17  Dicembre

 15:00 - 18:00

 

Domenica 24

orario continuato 10:00 - 16:00

  

 da Martedì a Sabato

10:00 - 13:00   15:00 - 19:30

Chiusura Lunedì